Fiera di Bologna che Bologna ne è fiera!

bologna
Armine
27 gennaio 2012

Apre Arte Fiera 2012. La Fiera più amata dagli Italiani. Non solo per l’arte contemporanea – che ne è protagonista indiscussa – ma anche per la città che la ospita, per la sua eccellente tradizione gastronomica e per la miriade di eventi che scandiscono le giornate e le notti bianche bolognesi.Arte Fiera

Per dare un po’ di numeri: 3 padiglioni,150 gallerie partecipanti, 30.000 visitatori, riuniti a celebrare l’arte dell’ultimo secolo. Si tratta senza dubbio della più importante fiera d’arte in Italia ed è da qualche anno in espansione a livello internazionale. Tanto che la Fiera di Arte Contemporanea di Shanghai – ShContemporary – è firmata Arte Fiera.

Per chi voglia acquisire qualche pezzo d’arte al di fuori del circuito fieristico, è stato allestito un Padiglione apposta che offre gli effetti personali di numerosi artisti di fama nazionale e internazionale a prezzi contenuti. 

arte_fiera_crippa

Roberta Crippa, Spirali

Perdersi tra i vicoli e i portici bolognesi non è mai stato così bello. Bologna Art First -  curato da Julia Draganovic - per il settimo anno si snoda nella città. Partendo dall’installazione della Resa di Fabio Mauri, passando per l’installazione di Flavio Favelli nel cortile del Museo Civico Medievale, per giungere all’incontro con l’artista Luigi Ontani alla Sala Borsa in Piazza Nettuno.

Art First

Fabio Mauri Flavio Favelli

Arte Fiera rappresenta un’occasione per parlare anche di antichità. È così che un percorso di 20 mila metri quadri accompagna i visitatori tra gli edifici più importanti del centro storico di Bologna, restaurati e recuperati all’uso pubblico: La Biblioteca d’arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale, San Colombano, la Chiesa di Santa Cristina e Palazzo Fava, affrescato dai Carracci. Dal 28 gennaio Palazzo Pepoli andrà ad aggiungersi ai palazzi storici aperti ai bolognesi. Edificio che rappresenta l’ultimo tassello del percorso Genus Bononiae

Palazzo Pepoli

Palazzo Pepoli

Bologna è insieme novità e tradizione. Partendo dai musei e dalle fondazioni – dal Mambo al Museo Morandi - per concludere con la ricca tradizione gastronomica. Non apprestatevi alla passeggiata nella fosca turrita Bologna senza prima aver ceduto alla tentazione di un buon piatto di tortellini in brodo fumante, spolverati di parmigiano!

tortellini

Tags:, , , , ,

Comments

comments

I commenti sono chiusi.